Verify availability and rates

Secure on-line reservation
Guaranteed best price

Arrival: Departure:

Important monuments

Teatro Greco (a 150 metri dall’hotel)

Il monumento antico più importante e meglio conservato di Taormina è il teatro, costruito dai Greci nel III secolo a.C. sui pendii del Monte Tauro, Fu realizzato in un punto panoramico meraviglioso, da cui si ammirano la mole dell'Etna e il Mar Jonio.

Il Teatro Greco è il palcoscenico per concerti ed esibizioni internazionali in parte organizzati da Taormina Arte.

Orari:
  • Da Aprile a Settembre: 9.00 - 19.00
  • Da Ottobre a Marzo: 9.00 - 16.00

Il Duomo (a 800 metri dall’hotel)

Piazza Duomo era il luogo preferito dagli uomini illustri che in passato visitarono Taormina, come Oscar Wild, Guy de Maupassant, Alexander Dumas j., Richard Wagner e Johannes Brahms. Sulla Piazza, oltre al Duomo, si affaccia anche il Palazzo del Comune. Al centro della Piazza si trova una magnifica fontana, attribuita ad uno degli ultimi allievi del fiorentino Montorsoli. La fontana fu costruita nel 1635 su gradoni circolari. Deliziose sono le quattro fontanelle laterali. Sullo zampillo centrale è scolpito il Minotauro, simbolo della città di Taormina.

Orari:
  • Estate 08.30 – 19.00
  • Inverno 08.30 – 18.00

Torre dell’orologio (a 500 metri dall’hotel)

Insieme alla terza cinta muraria, i cui resti sono ancora oggi visibili sul lato destro fino al castello, delimitava la parte della città definita 'borgo quattrocentesco'. Utilizzando un basamento esistente di una antica costruzione muraria difensiva, risalente all'epoca dell'origine della città, intorno al IV secolo a.C., la Torre fu costruita nel XII secolo, ma durantel'invasione delle truppe francesi di Luigi XIV nel 1676 fu rasa al suolo. Nel 1679, per volere dei taorminesi, la Torre fu ricostruita ed in quell’occasione fu collocato, sul lato della piazza IX Aprile, anche il grande orologio che la caratterizza ulteriormente. Da allora si usa identificarla come Torre dell'Orologio e non più Torre di Mezzo.

Palazzo Duchi di S. Stefano (a 900 metri dall’hotel)

Il Palazzo Duchi di Santo Stefano fu costruito tra la fine del 1300 e i primi anni del 1400. Era parte integrante della cinta muraria medievale di Taormina. E' un capolavoro dell'arte gotica siciliana, ancorato all'esperienza arabo-normanna. Durante l’estate taorminese, nel cortile adiacente si tengono importanti manifestazioni culturali. Il palazzo, oggi è la sede della Fondazione Mazzullo. Inoltre, qui è anche possibile celebrare matrimoni civili.

Le Naumachie (a 150 metri dall’hotel)

La cosiddetta Naumachia è una grande costruzione formata da un muro in mattoni, lungo 122 metri e alto 5. Fu realizzata in età romana e più precisamente nel II sec. d.C. Il nome Naumachia significa letteralmente "battaglia navale". Infatti, una volta si credeva che il monumento fosse un circo acquatico, realizzato dai romani per le rappresentazioni di battaglie navali. In realtà, il monumento è un grande ninfeo con nicchie, cioè una fontana monumentale con giochi d'acqua. Le strutture romane sono state utilizzate come fondamenta per le case moderne.

Il Palazzo Corvaja (a 200 metri dall’hotel)

Il Palazzo Corvaja sorse sull'antico foro romano, la piazza dell'antica Tauromenion. Il nucleo originario del Palazzo era una torre realizzata dagli arabi tra il 902 e il 1079. La torre aveva forma cubica, proprio come la Kaba della Mecca, che secondo Maometto fu il primo tempio innalzato a Dio da Abramo. A Palazzo Corvaja si riunì il Parlamento siciliano nell'anno 1411. Le assemblee furono presiedute dalla regina spagnola Bianca di Navarra, che in quel periodo governava la Sicilia e che scelse il Palazzo come residenza estiva. Il nome attuale del Palazzo si riferisce alla nobile famiglia dei Corvaja, che vi abitò dal 1538 al 1945. Dopo molte trasformazioni, nel 1946 il Palazzo fu restaurato dall’architetto Armando Dillon

Oggi ospita il moderno museo di Antropologia.

Orari:
  • Martedì – Domenica: 09.00 – 13.00 – 16.00 – 20.00
  • Chiuso il Lunedì

I piccoli musei di Taormina

  • Palazzo Corvaja - Museo di arti e tradizioni popolari
  • Il Palazzo Duchi di Santo Stefano - Fondazione Mazzullo
  • L'Antiquarium - Piccolo museo archeologico all'interno del Teatro Greco

Palazzo dei Congressi

Il Palazzo dei Congressi sorge in pieno centro storico di fronte al medievale Palazzo Corvaja sulla strada che porta al vicino Teatro Antico dal quale dista circa 100 mt. Ha una capacità totale di circa 1300 posti. La struttura consente, per tutto l’arco dell’anno, la gestione di congressi, convegni, meetings, manifestazioni musicali e teatrali.

Dispone di 4 sale
  • Sala teatro posti 820
  • Sala auditorium posti 220
  • Sala conferenze posti 90
  • Sala polifunzionale posti 150

La sala teatro e la sala auditorium sono attrezzate con cabine di traduzione simultanea.

Piazza – Chiesa del Carmine (a 200 metri dall’hotel)

La Chiesa del Carmine fu costruita, in stile barocco, nel 1662 con annesso il convento dei frati Carmelitani. Fu distrutta più volte dai saccheggi dei saraceni e completamente abbattuta dai bombardamenti del 1943. Dopo la ricostruzione e il recente restauro non è più adibita al culto ma è stata trasformata e viene utilizzata come auditorium o come sala di esposizione. Dal Corso Umberto la si può raggiungere da una breve scalinata nei pressi di Porta Catania.

La villa Comunale (a 20 metri dall’hotel)

La Villa Comunale era originariamente il parco dell'abitazione di Lady Florence Trevelyan, nobildonna inglese cugina della regina Vittoria, che visse a Taormina dal 1884 e sposò il sindaco di quel tempo, Prof. Salvatore Cacciola. Il parco per desiderio di lady Florence fu realizzato come un tipico giardino all'inglese in cui furono collocate molte specie di piante rare.

Arco di porta Messina (a 150 metri dall’hotel)

La via Valeria è la strada che i romani costruirono per collegare le città di Catania e di Messina, la parte che attraversava l'antica Tauromenion, oggi si chiama Corso Umberto I, è la strada principale di Taormina delimitata da Porta Messina a nord e da Porta Catania a Sud.

Arco di porta Catania (a 900 metri dall’hotel)

Porta Catania delimita la parte Sud del Corso Umberto I, fa parte della seconda cinta muraria e la sua costruzione risale al 1440, data che risulta incisa nell'edicola raffigurante lo stemma Aragonese al centro sopra l'arco.

E' detta anche porta del Tocco, perchè nella piazzetta adiacente, in epoca normanna, si tenevano le riunioni pubbliche. L'ora del tocco era la prima ora dopo mezzogiorno, quindi segnalava le ore 13.00.

Hotel Villa Paradiso - Hotels in Taormina - Bed & Breakfast - Letojanni - Paradise beach club - Ville in Taormina - Sicily Hotels - Accommodation Links